Rievocazione Storica

Arboris Belli

29-30 ottobre 2022
Alberobello - Rione Monti
Evento gratuito

Programma

Sabato 29 ore 17-22
Domenica 30 ore 10-12 e 16-21

Storie di pietra e acqua

Racconti animati che ricostruiscono situazioni e ambienti di Alberobello tra il 1810 e il 1830

Soggetto originale e regia

Pasquale D’Attoma e Arturo Del Muscio

Costume e identità

Mostra sul costume popolare

Paese in festa

Animazione di strada con musica e danze dal vivo
Allestimenti per le strade di Alberobello

Direzione Artistica

Carmelo Sumerano

Programma

Sabato 29 ore 17-22
Domenica 30 ore 10-12 e 16-21

Storie di pietra e acqua

Racconti animati che ricostruiscono situazioni e ambienti di Alberobello tra il 1810 e il 1830

Soggetto originale e regia

Pasquale D’Attoma e Arturo Del Muscio

Costume e identità

Mostra sul costume popolare

Paese in festa

Animazione di strada con musica e danze dal vivo
Allestimenti per le strade di Alberobello

Direzione Artistica

Carmelo Sumerano

Mappa
Teaser
Short movie
Racconti animati

Storie di pietra e acqua

5 racconti scritti e diretti da Pasquale D’Attoma e Arturo Del Muscio, sui temi di: Bosco, Riti, Comunità, Alimentazione e Mestieri.

in collaborazione con

Logo In S'cena
Bosco
Come ghiande della selva

Nel bosco ci si nasconde e si fugge. È uno spazio nel quale possono accadere molte cose, alcune pericolose, altre salvifiche. Chiarina è una giovane alberobellese il cui fidanzamento con Damiano è ostacolato dai genitori. Decide, quindi, di scappare di notte nel bosco per poi incontrare il suo innamorato all’alba e darsi alla fuga, seguita dalla sorellina Luce. Ma le cose non vanno secondo i piani: due signorini, che erano nel bosco per i loro illeciti affari, sorprendono la giovane e tentano di farle violenza. Sarà un viandante, anche lui in transito attraverso il bosco, a salvare Chiarina.

Personaggi - Interpreti

Chiarina – Enrica Aglaia Milella
Luce – Daniela Napolitano
Padre – Antonio Loperfido
Madre – Livianna Loperfido
Violino – Osvaldo Laviosa

Riti
La radice della luna

La ritualità nell’Ottocento unisce religione e pratiche magiche, è una dimensione quasi onirica che si contrappone alle incombenze e difficoltà della vita quotidiana, nella quale si cercano risposte e si ripongono speranze. Un giovane emigrante, Matteo, con la sua valigia di cartone, sta per compiere il grande passo e lasciare l’amara terra natia. Ma accade l’inaspettato: si trova testimone di un rito antichissimo mentre infuria una tempesta. Forse è un segno: l’America può aspettare?

Personaggi - Interpreti

Matteo – Ettore Antoncecchi
Crescenza – Mirka Ariano
Uomo con setaccio – Orazio Girolamo
Donna con rosario – Lucrezia Piepoli
Ocean drum – Andrea Quinto

Comunità
Sotto un cielo di pietre e cristalli

Nell’Italia che cambia, nuove figure acquistano maggiore importanza: gli intermediari, i ricattieri, i vaticali, che si occupano dei commerci. I prezzi dei beni sono fissati nei mercati, non più dai raccolti stagionali, creando non pochi problemi di approvvigionamento ai più poveri. Ma cos’è davvero una comunità? Due donne di diversa estrazione, donna Diletta, la moglie di un ricco commerciante, e la serva Agnese, si confidano l’un l’altra difficoltà, incertezze e paure e decidono di essere amiche oltrepassando la barriera dei ceti sociali.

Personaggi - Interpreti

Agnese – Lucia Carluccio
Donna Diletta – Stella Girolamo
Governante – Antonella Longo
Ricamatrice – Giovanna Monopoli
Organetto – Francesco Barletta

Alimentazione
Pane arso e acquasale

Frutta, minestre di legumi, zuppe a base di acqua e pane raffermo: la “dieta mediterranea” per i contadini dell’Ottocento è costituita da pochi, semplici ingredienti, molto diversa dall’idea che oggi abbiamo della cucina tradizionale.
La viaggiatrice, Violante, arrivata ad Alberobello chiede ospitalità e ristoro. Rita, una contadina, la accoglie in casa. Nonostante la povertà di mezzi, l’ospite è sacro: Violante assapora la generosità di una comunità per cui l’ospitalità è un valore fondamentale.

Personaggi - Interpreti

Violante – Ilaria Palumbo
Rita – Maria Vispo
Massaia – Maria Ignazzi
Ragazza – Federica Lacatena
Organetto – Enrico Laera

Mestieri
Il contegno della pietra

Se artigianato e agricoltura sono tra le occupazioni principali, altrettanto importante è disboscare (“scatimare”) la selva nella quale il centro abitato di Alberobello era immerso. Eppure, così facendo, i selvesi perdono il loro bene più prezioso: la quercia. Ma la poca terra coltivabile impone alla manovalanza di uomini, donne e minori costretti al lavoro, di essere pendolari.
La vedova Carmela e lo “scatimatore” Bartolomeo, all’incrocio delle loro strade, affrontano l’arrogante don Oronzo che pretende di essere padrone anche delle persone. Il tempo del riscatto sociale è purtroppo lontano.

Personaggi - Interpreti

Bartolomeo – Carlo Vigilante
Carmela – Paola Girolami
Don Oronzo – Giuseppe Girolamo
Sarto – Vincenzo Lanzolla
Calzolaio – Giuseppe Romanazzi
Tamburo a cornice – Damiano Nicolella

Mostra sul costume popolare

Costume e identità

A cura di Carmelo Sumerano

Accoglienza

Chiara Cito
Gabriella Girolamo
Flavia Piepoli

Paese in festa

Animazione di strada

Musica dal vivo e danze per le strade del Rione Monti

Musicisti

Danza e tamburo a cornice – Angela Miraglia
Danza e tamburo a cornice – Fiammetta Contento
Organetto e voce – Vito Lorenzo Gasparro
Danza e flauti – Giacomo Sorressa
Percussioni – Giuseppe Sportelli
Voce e tamburo a cornice – Damiano Nicolella

Backstage

Costumi

Carmelo Sumerano

Responsabile costumeria

Stella Girolamo

Trucco e parrucco

Cristina Di Mola

Foto

Michele Stallo

Video

POMO Production
Michele Lucarelli (operatore 1 e video editing)
Enzo Canta (operatore 2)

Comunicazione, promozione, grafica

Gabriella Girolamo
Emiliana Ruppi

Punto informazioni

Mariella Cecere
Gabriella Girolamo
Maria Mignolo

Responsabile logistica e allestimenti

Fedele Sgobba

Coordinatrice musicisti

Angela Miraglia

Si ringrazia

Per l’evento dal vivo

Parcheggio Centro Storico Via Monte San Gabriele – Rosa Masciulli
Associazione Turistica Pro Loco di Alberobello

 

Per lo shooting fotografico

Giovanni Giannini – Paola Girolami – Gabriella Girolamo
Antonio Loperfido – Pietro Matarrese
Maria Pia Spagnulo – Franco Semeraro – Mimmo Palmisano
Antonella De Carlo – Palmisano Calcestruzzi