Image Alt

Donazione per il compleanno di Alberobello

Donazione per il compleanno di Alberobello

La solidarietà è ciò che ci rende umani.

Per il 223° compleanno della nostra meravigliosa Alberobello, ieri avremmo voluto festeggiare tutti insieme come è nostra tradizione, ma quest’anno non è stato possibile. Arteca ha voluto quindi festeggiare in modo alternativo, rivolgendo un pensiero a tutte le famiglie alberobellesi che a causa della pandemia si sono ritrovate in difficoltà economiche.

Abbiamo donato all’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Alberobello i prodotti della nostra terra che da sempre sono stati il nostro sostentamento: 5 varietà locali di legumi per un totale di 75 kg forniti dall’azienda agricola Sapori dell’Antica Terra e 56 litri di olio d’oliva grazie agli oleifici Abbracciavento, Salamida e Intini.


IL Messaggio del presidente

Ci sarebbe tanto piaciuto festeggiare come abbiamo fatto gli anni passati: tutti quanti insieme, una comunità raggruppata per ricordare le gesta dei nostri antenati. Sarebbe stato molto bello, ma purtroppo quest’anno l’epidemia non ce lo consente. E in realtà forse non è neanche giusto festeggiare se, specie quest’anno, il Covid-19 ha impedito a molte famiglie di festeggiare in maniera serena. Sappiamo bene che molte e molti nostri concittadini hanno avuto difficoltà economiche per via di questa epidemia, e allora noi di ARTECA abbiamo pensato di dedicare una parte delle nostre risorse per favorire le famiglie che hanno bisogno. Quindi, grazie all’assessore Anna Piepoli, abbiamo pensato di acquistare dei beni di prima necessità, con l’augurio che l’anno prossimo, tutti insieme potremo celebrare il 224° anniversario della nostra libertà.
ARTECA ha tanti amici, e più passa il tempo e più ne scopriamo; questa nostra scelta è stata sostenuta da molte persone e io intendo ringraziarle davvero di cuore: uno è Gabriele Rosato, che sta realizzando i video che viaggiano sui social in questi giorni e che in qualche modo forniscono un succedaneo alla nostra Rievocazione Storica che tanto ci manca; poi un grande ringraziamento va agli oleifici e all’azienda agricola, perché hanno contribuito in maniera sensibile e molto apprezzata al dono che abbiamo fatto; infine, grazie a gli amici della Protezione Civile, perché è anche tramite loro che la nostra solidarietà raggiungerà i suoi destinatari.

Biagio Miraglia

Articoli recenti